home3.jpg

Packaging per alimenti

Packaging per alimenti

Gli specialisti del monouso

In ISAP la comunicazione è alla base del metodo di lavoro.

Solo da un confronto continuo e strutturato scaturiscono le premesse per la creazione di un prodotto unico, esclusivo, che riproduca esattamente le peculiarità e le caratteristiche volute dal cliente.


Ascolto. Ascoltare le esigenze del cliente, intercettare i suoi bisogni e guidare le sue intuizioni: sono i presupposti che consentono di trasformare un’idea in un prodotto di successo, perfettamente funzionale e rispondente agli obiettivi attesi.

soluznegative.jpg

Ricerca e analisi. Le indicazioni raccolte vengono studiate, analizzate ed elaborate in fase di brain storming, a cui partecipano tutte le risorse impiegate nelle fasi di progettazione e realizzazione del prodotto.
Analisi, programmazione della produzione, monitoraggio del risultato finale e gestione della logistica sono i requisiti fondamentali che trasformano un’idea in un packaging di successo.

ISAP dispone della tecnologia necessaria per la realizzazione di prototipi e di prodotti definitivi: in base alle caratteristiche del prodotto e degli impianti di confezionamento del cliente, ISAP realizza dei campioni di prodotto utilizzando stampi di piccole dimensioni, installati su macchine a tiratura ridotta e specifiche per produzioni sperimentali. Oppure, predispone delle “impronte-pilota” che consentono di inserire la produzione dei campioni in processi standard ad alta tiratura di oggetti,
simili a quello in fase di lancio.

Test. Stabilite le modalità di produzione del prodotto, la campionatura viene testata nell’impianto di confezionamento del cliente. Il test avviene sempre alla presenza dei tecnici ISAP, i quali supervisionano tutte le fasi di verifica e acquisiscono eventuali indicazioni utili per l’affinamento del campione.

Condivisione. Capacità di allinearsi alle esigenze del cliente e mettere a disposizione la propria esperienza in modo transitivo: sono le due caratteristiche principali del metodo di lavoro ISAP e contribuiscono alla realizzazione di packaging innovativi e funzionali, proprio perché realizzati “su misura”.

Fasi di lavoro.
Il processo di produzione è composto da 8 fasi di lavoro:

  1. Definizione della forma, del peso e del materiale più adatto alla realizzazione di un imballaggio rigido in materiale plastico per alimenti;
  2. Formulazione dei preventivi di costo (di impianto e variabili) per la produzione standard dinuovi contenitori;
  3. Realizzazione di campioni per la valutazione dell’aspetto e delle prestazioni di un nuovo imballaggio prima dell’industrializzazione;
  4. Partecipazione a prove di macchinabilità dei nuovi imballaggi, ovvero: riempimento, confezionamento, condizionamento termico ed altro;
  5. Supporto all’eventuale adattamento della linea di confezionamento per nuove soluzioni di confezionamento;
  6. Supporto alla Identificazione di eventuali elementi di imballaggio o accessori necessari per nuove tipologie di confezionamento, vale a dire film di saldatura, imballaggi secondari, ecc);
  7. Valutazione di fattibilità di un imballaggio in materiali alternativi, tra cui soprattutto bioplastiche o materiali naturali (polpa di cellulosa);
  8. Industrializzazione definitiva.
ganntt.jpg

Risultato finale. La realizzazione di un progetto su misura è, per ISAP, un percorso complesso. Per questo deve essere affrontata in perfetta sinergia e sintonia con il cliente. Che si tratti di poche decine di pezzi o di numeri elevati, il prodotto finale è la sintesi di un percorso completo e condiviso che consente di raggiungere, insieme al cliente, gli obiettivi attesi.
E di affrontare nuove sfide verso nuovi mercati.